Grazie a tutti. Continuiamo a lavorare.

Le elezioni sono finite, a dire il vero, da un po’.
Anche il tempo dei bilanci, arrivo decisamente tardi.
Giuseppe Sala ha vinto il ballottaggio e quindi le elezioni, questa la buona notizia che ci permette di guardare al futuro con ottimismo e ci permette di continuare a fare, a governare, ad essere parte del cambiamento iniziato nel 2011.
Il risultato di Sinistra X Milano è stato decisamente al di sotto delle aspettative, in linea con una debolezza profonda della Sinistra, in generale, in tutta Italia, aldilà delle alleanze o meno, del posizionamento, dei protagonisti e delle specifiche proposte. A Milano il 3,8% è stato sufficiente per eleggere 2 Consiglieri, i bravissimi Anita Pirovano e Paolo Limonta, anche grazie alla scelta saggia del Sindaco di confermare Filippo Del Corno Assessore alla cultura.
Pensare che SxM ha preso da sola più voti della coalizione che sosteneva candidato Sindaco Basilio Rizzo, non è un dato che rende meno amaro il risultato.

Il mio personale è condizionato dalla lista, ovviamente. 1070 voti circa sono moltissimi. Sparsi in tutta Milano, voti di preferenza che sono preziosi e che mi piacerebbe poter ringraziare uno ad uno coloro che l’hanno espressa. 50% dei voti in più del 2011, consapevole che in qualsiasi altra lista del Centrosinistra sarei stato ampiamente eletto, insomma, grazie a tutti coloro che mi hanno votato.

Soprattutto però grazie ai tanti che mi hanno sostenuto ed aiutato con una generosità che meritava molto di più. Prima su tutte Valentina De Porcellinis che insieme a Vincenzo De Crescenzo, Claudia Luppi e Sara Dawson, mi hanno sopportato e supportato ogni singolo giorno. Grazie. Grazie anche ai tanti che ho conosciuto in questi 5 anni e che hanno deciso di mettere con me la faccia in questa sfida: Michele Bisaccia e Geronimo Gaiaschi, Viola Nicodano e Simone Zambelli, Maurizio Cacciola, Federico Chendi, Daniele De Luca. Grazie a Quelli di Calusca, tutti, agli artisti di strada, a Sel, ai produttori culturali di Milano. Grazie. Non essere eletto non è mai bello, ma con così tanto affetto e così tante preferenze, non è di certo una sconfitta.

Grazie anche a Giuseppe Sala, che ha deciso di propormi di continuare a lavorare per la città, nel suo Gabinetto. Mi piace pensare che il lavoro fatto in questi 5 anni sia stato apprezzato e che io possa mettere ancora a disposizione della città l’esperienza maturata e questa straordinaria rete di persone di cui mi onoro di far parte.
Gabinetto del Sindaco, Direzione relazioni istituzionali. Mi occuperò, come sempre, di persone, si speranze, di opportunità, di riscatto. Spero di poterlo fare al meglio, spero di poterlo fare con tutti coloro che ho imparato ad apprezzare in questi anni di impegno.

Come dal 2011, da un altro punto di osservazione, dico: usatemi. Così insieme possiamo fare di Milano una città migliore per tutte e per tutti.